Guaine Liquide Vs Guaine Bituminose: differenze fra prodotti impermeabilizzanti

Forse non tutti sanno quanto può essere gravoso trovarsi ad affrontare il problema dell’umidità e delle infiltrazioni d’acqua. L’impermeabilizzazione sicura degli edifici contro questo problema rappresenta un’importantissima sfida nel campo dell’architettura e dell’edilizia.

Le soluzioni possibili sono diverse, ma è chiaro che esistono delle differenze fra i vari prodotti impermeabilizzanti.

Per ottenere risultati soddisfacenti è fondamentale affidarsi a professionisti del settore seri e attenti alle innovazioni tecnologiche riguardanti il settore.

Noi di Sc s.r.l., da anni attivi nelle province di Bologna, Modena e nel resto d’Italia, conosciamo bene le proprietà dei vari prodotti impermeabilizzanti in commercio e possiamo fornire consigli preziosi a chi deve intervenire su tetti, terrazze, balconi e qualsiasi altra superficie.

Differenze-tra-prodotti-impermeabilizzanti-bologna

Passato, presente e futuro!

Le prime impermeabilizzazioni si conoscono a partire dal XVI secolo: si tratta di manti continui di asfalto colato, la cui materia prima si ricava da giacimenti di asfalto naturale, roccia calcarea impregnata di bitume fossile.

Con lo sviluppo dell’industria chimica, si assiste alla diffusione di catrame e pece di catrame derivati dalla distillazione del carbon fossile, poi spalmati sul tetto in alternanza alla carta catramata.

L’era del petrolio vede come protagonista il bitume, ovvero un derivato della distillazione del petrolio. Questi due ultimi prodotti, pur essendo profondamente diversi sia come origine che come struttura chimica, vengono spesso confusi tra loro per via del colore e anche perché i loro derivati sono simili. Il catrame si è poi dimostrato nocivo e perciò è stato sostituito dal bitume.

L’impermeabilizzazione realizzata con guaina bituminosa avviene con saldatura a fiamma dei teli di guaina adeguatamente riscaldati e sormontati sulle giunte allo scopo di assicurare la tenuta alle infiltrazioni d’acqua. Le coperture impermeabilizzate con membrane bituminose hanno bisogno di manutenzione periodica per conservare nel tempo le prestazioni.

Ma ora veniamo ai prodotti impermeabilizzanti di ultima generazione!

Le resine liquide sono materiali a uno o più componenti, applicate allo stato liquido e senza saldatura, si induriscono a seguito dell’essiccamento fisico oppure di una reazione di reticolazione. Perfette sia per le nuove costruzioni che per le opere di risanamento, le resine liquide assicurano un’ottima protezione e a lungo, sono facili da applicare anche su supporti e condizioni complesse.

Le guaine liquide sono efficaci per la riparazione delle vecchie impermeabilizzazione e consentono di evitare la demolizione delle strutture preesistenti.

Per saperne di più chiedi agli esperti!

Consigli-guaine-liquide-modena