Tetti Verdi per Rinnovare una Casa Vecchia o un Edificio Storico

Un tetto verde, anche detto giardino pensile, può rivelarsi la soluzione perfetta per chi ha intenzione di rinnovare una vecchia casa o un edificio storico. Naturalmente è necessario in fase di progettazione considerare tutti quegli aspetti tecnici che potrebbero pregiudicare la stabilità della struttura, soprattutto se già esistente.

Il giardino pensile è un esempio di perfetta integrazione tra architettura e natura, capace di unire bellezza, comfort e sostenibilità in un unico progetto.

Le coperture, piane o inclinate, di edifici ricoperte da vegetazione parzialmente o completamente sono definite tetti verdi, da non confondere con i giardini verticali o muri verdi. I giardini pensili sono, infatti, spazi verdi costruiti in città laddove non è consentita, per motivi di spazio, la realizzazione di tradizionali giardini a livello del suolo.

Ovviamente la realizzazione di un giardino pensile prevede la posa in opera di una membrana impermeabile antiradice, di uno strato protettivo del manto impermeabile, uno di drenaggio e di accumulo idrico, uno di ancoraggio nel caso il giardino sia inclinato, e di un tessuto di filtro a contatto con il terriccio di coltura su cui “poggia” la vegetazione.

Tetti-verdi-per-un-edificio-storico

Verde estensivo e verde intensivo, qual è la differenza?

Esistono 2 tipi di progettazione di tetti verdi:

  • Il verde estensivo: si tratta di un rivestimento semplice, economico e da poter realizzare sia su tetti piani che inclinati. La sua capacità di carico è ridotta, essendo la vegetazione di tipo superficiale. Questa soluzione, non avendo grandi fini estetici e dovendo piuttosto assicurare manutenzione ridotta, è ampiamente utilizzata per tetti e solai difficilmente accessibili dove piantine robuste e adatte a riprodursi da sé non rendono necessario l’impiego di sistemi di irrigazione. Sempre più spesso richiesto in bioarchitettura, il verde estensivo ha lo scopo di ridurre l’impatto ambientale di fabbricati esistenti. Per la realizzazione di questo tipo di progetto è richiesta la posa sul solaio di un telo con funzione di divisorio e impermeabilizzante, di una guaina antiradice, di uno strato drenante, di un tessuto filtrante e infine del terriccio.
  • Il verde intensivo: è il vero e proprio giardino pensile, da realizzare su tetti piani con potenza superiore ai 150 kg. In tal caso la varietà vegetativa è davvero infinita e la fase costruttiva è analoga a quella del verde estensivo, con alcune differenze:
  • gli spessori dei vari strati devono essere più del doppio;
  • potrebbe essere necessario un vero e proprio impianto di irrigazione;
  • nello stato drenante potrebbero essere previsti dei tubi di dreno la cui funzione è quella di velocizzare il flusso delle acque e di mettere in comunicazione i pozzetti di ispezione e gli scarichi delle acque piovane.

La fortissima azione coibentante caratterizza entrambe le tipologie di coperture: essa assicura una minore dispersione termica in inverno e il mantenimento della temperatura in estate, con relativa riduzione dei costi di riscaldamento e condizionamento.

Realizzazione-tetti-verdi-Bologna-Modena

Quali sono i vantaggi dei tetti giardino?

I tetti verdi portano con sè una serie di benefici, tra cui:

  • la valorizzazione dell’immobile, non solo dal punto di vista estetico;
  • la possibilità di ottimizzare le superfici, creando nuovi spazi fruibili;
  • il risparmio energetico;
  • l’isolamento termico e acustico;
  • un maggiore comfort abitativo.

La conversione di una tradizionale copertura in tetto verde è applicabile su qualsiasi tipo di edificio, anche storico e in pieno centro città.

Noi di Sc s.r.l., attivi nelle province di Modena, Bologna e nel resto d’Italia, siamo sempre pronti a rispondere alle varie richieste. Per sopralluoghi o preventivi, contattaci!

Giardino-pensile-verticale-per-casa-Bologna